Inaugurato il nuovo reparto di Ortopedia Pediatrica del Rizzoli

Comunicato stampa - 14/06/2010

C’è la camera della ranocchia e del pinguino, quella della farfalla e del coniglio, della lucertola e del cane… a ogni letto corrisponde un animale, così anche i bambini più piccoli, che non sanno leggere, possono identificare il loro posto. Per i genitori c’è un salotto relax ma anche una poltrona-letto in camera per poter dormire a fianco dei figli. Dal corridoio esce un volante rosso: è incastrato in un pannello attrezzato, che offre giochi e libri, oltre a quelli disponibili nell’aula ludica e nell’aula didattica.
Il taglio del nastro per l'inaugurazione del nuovo reparto di Ortopedia Pediatrica. Da sinistra: una giovane paziente, il sub commissario del Comune di Bologna, Maria Antonietta Dionisi e l'assessore provinciale alla sanità, Giuliano BarigazziUn reparto completamente nuovo, anche per la modalità di progettazione, accoglie gli oltre 2000 bambini ricoverati ogni anno in Ortopedia Pediatrica all’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna - arrivano da tutta Italia (il 69% da fuori regione), perché la struttura è punto di riferimento nazionale per gli interventi su forme complesse di malattie dell’apparato muscolo-scheletrico dell’età evolutiva, incrementati come volume di attività chirurgica del 100% nell’ultimo decennio.
È stato realizzato con un lavoro di ristrutturazione del valore di oltre un milione di euro e con l’obiettivo di offrire la migliore accoglienza possibile ai piccoli pazienti e ai genitori che li accompagnano nel momento delicato della permanenza in ospedale, per la maggior parte dei casi coincidente al Rizzoli con un intervento chirurgico e una limitazione della mobilità.

“Chi lavora con i bambini sa bene che distrarli, giocare e avere con loro una relazione affettiva ed empatica consente di curarli meglio, per questo la nuova pediatria nasce da una progettazione ‘integrata’ – spiega Giovanni Baldi, direttore generale del Rizzoli, che insieme al direttore scientifico Francesco Antonio Manzoli ha inaugurato oggi il nuovo reparto con il presidente della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria e assessore alla sanità della Provincia di Bologna Giuliano Barigazzi. – Insieme al nostro staff tecnico e alla direzione ospedaliera hanno lavorato medici e infermieri del reparto, diretto da Onofrio Donzelli, che quotidianamente sperimentano l’appropriatezza degli ambienti, e i fornitori specializzati in arredi ospedalieri, il gruppo Malvestio, e in spazi ludici, l’azienda LudoVico, anche con il supporto di pedagogisti. Capire insieme come migliorare l’accoglienza, verificare i diversi bisogni assistenziali e di gioco in funzione dell’età del paziente e della patologia è stato il primo step del progetto. Il risultato finale è uno spazio ‘in soggettiva’ di bambino, che scongiura l’isolamento e la paura dell’ospedale e al contempo garantisce l’intimità familiare e l’efficacia delle cure.”

Questo equilibrio “dentro-fuori” è un filo rosso nei dettagli di progettazione del nuovo reparto: le figure dei 31 animali corrispondenti ai posti letto fanno capolinoL'assessore provinciale Barigazzi, il sub commissario del Comune di Bologna Dionisi, il direttore generale Baldi, la caposala Guerra, il direttore del reparto Donzelli nell'aula didattica del nuovo reparto di Ortopedia Pediatrica anche nei corridoi, piccole mascotte per i bambini che mantengono così i loro punti di riferimento visivi ed emotivi nei percorsi clinici in reparto; nelle camere, tutte dotate di tv e collegamento a internet, al posto delle tende sono state applicate ai vetri pellicole trasparenti che, pur proteggendo dal sole, consentono la vista sul parco; il reparto ha spazi comuni numerosi e attrezzati - l’aula ludica, l’aula didattica, le pareti-gioco dei corridoi, lo spazio relax per i genitori con riviste e angolo bar - ma in ogni stanza un separé consente di creare uno spazio privato, importante soprattutto in alcuni momenti del periodo di ricovero (dopo l’intervento, durante il sonno…), senza dimenticare che a ogni letto è abbinata permanentemente la poltrona-letto per il genitore.

Il reparto è anche attrezzato per l’accoglienza dei lattanti, con alcune stanze dotate di culle e fasciatoi, e il lactarium in cui i genitori possono preparare cibi e bevande per i più piccoli.

A tagliare il nastro oggi, insieme alle autorità istituzionali, i bambini attualmente ricoverati all’Ortopedia Pediatrica del Rizzoli (in un reparto di appoggio che ha consentito di effettuare i lavori, conclusi in 200 giorni), per i quali l’associazione Bianconiglio ha animato il momento dell’inaugurazione, realizzato con il contributo di CIR Food. Altri contributi per il nuovo reparto sono arrivati dal negozio di articoli per l’infanzia Orsini e dalle riviste Anna e Amica del gruppo RCS.

Contenuto aggiornato il 06/10/2010 - 14:40
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter