Partecipa all’indagine su fibromialgia a seguito di COVID-19 promossa dalla Reumatologia del Rizzoli

News - 07/04/2021

La struttura Medicina e Reumatologia del Rizzoli  promuove un’indagine via web per studiare la presenza di sintomi riconducibili a una condizione reumatologica nota come Fibromialgia nei soggetti che hanno contratto la malattia da nuovo coronavirus SARS-CoV-2 (COVID-19).

La Fibromialgia è una condizione dolorosa che affligge principalmente i muscoli e le articolazioni e che può talvolta insorgere dopo insulti esogeni come le infezioni virali. A tal riguardo, un numero crescente di segnalazioni suggerisce che, in una parte dei pazienti che hanno contratto la malattia COVID-19, possa svilupparsi una sintomatologia protratta definita “long-COVID” che, talvolta, assume i connotati clinici della Fibromialgia. Lo scopo della survey è quello di quantificare la prevalenza di questa condizione ed individuare eventuali fattori di rischio.

Sono invitati a partecipare all’indagine tutti gli individui adulti che abbiano contratto la malattia COVID-19 in qualsiasi periodo dall’inizio della pandemia.

Il sondaggio è completamente anonimo; la compilazione del questionario implica il consenso all’utilizzo dei dati ottenuti per finalità di ricerca scientifica no-profit.

Per compilare il questionario e contribuire alla ricerca basta cliccare sul seguente link:
https://forms.gle/726mf4vqHQQMPrRw5

Per informazioni è possibile contattare la struttura Medicina e Reumatologia del Rizzoli all’indirizzo e-mail reuma@ior.it

Dolore diffuso, caratteristica della fibromialgia

Contenuto aggiornato il 07/04/2021 - 17:20
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter