Conservazione e durata del tessuto muscoloscheletrico

Per la distribuzione ai clienti, il tessuto confezionato viene ulteriormente imballato, in modo da non costituire pericolo per chi lo trasporta o ne viene incidentalmente a contatto, in un contenitore isolante di polistirolo, sigillato con nastro da pacchi ed etichetta anti-intrusione, affinché il cliente possa verificare che il collo non sia mai stato aperto durante il trasporto. Il collo è etichettato esternamente con i dati del mittente, del destinatario, la descrizione del contenuto e le avvertenze relative.

Se il TMS è congelato, la confezione viene preparata con un’opportuna quantità di ghiaccio secco.

Manipolare con guanti crioprotettivi in ambiente ventilato. Seguire le indicazioni di sicurezza della scheda M-253 che viene anche messa nel collo.

La BTM garantisce la corretta conservazione fino al momento della spedizione.

A fronte di eventuali problemi segnalatici intercorsi durante il trasporto (es: ritardo nella consegna con perdita del ghiaccio secco o danneggiamento del collo), la BTM provvede alla sostituzione del tessuto.

Conservazione e durata 

 

  • Tessuto prelevato = stoccare a -80°C entro 12 ore dal prelievo; è possibile la conservazione temporanea tra +2°C e +10°C, in tripla confezione integra, fino al congelamento a -80°C.
  • Tessuto congelato = distruzione di tutti gli elementi cellulari, durata 5 anni, conservabile congelato a temperatura uguale o inferiore (più fredda) a -80°: a confezione integra, sarà possibile utilizzare i tessuti fino alla data di scadenza (5 anni) allo scadere dei quali il tessuto dovrà essere eliminato. Il congelatore dovrà essere provvisto di registrazione grafica, allarme acustico e procedura di intervento. Se conservato in congelatore a una temperatura compresa tra -80°C e -20°C, il limite di conservazione non dovrà eccedere i 6 mesi. Il ghiaccio secco garantisce il mantenimento dello stato di congelamento, a temperatura ambiente, in luogo fresco e asciutto, con una stabilità di 48 ore (comprensivo del tempo di consegna).
  • Liofilizzato e demineralizzato = eliminazione di tutte le componenti organiche durata 5 anni, conservabile a temperatura ambiente, in condizioni idonee, in luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce e da fonti di calore.
  • Tessuto fresco = conservazione degli elementi cellulari (soprattutto i condrociti), conservazione a +4°C in medium per 14 giorni a 4°C (con controllo medium dopo 7 gg.).
  • Tessuti gammairradiati = stessa data di scadenza dei corrispondenti tessuti congelati o liofilizzati sottoposti a tale tipologia di sterilizzazione.

Regole generali

  • Non usare mai tessuto oltre la data di scadenza presente nella confezione.
  • Ispezionare sempre l'integrità della confezione, verificando anche l'etichetta con l'identificativo, nonchè la data di scadenza.
  • Non impiantare mai tessuto completamente o parzialmente congelato: il tessuto ospite può subire lesioni. Il tessuto congelato, inoltre, ha proprietà diverse e l'eventuale scongelamento in vivo può causare dislocazioni o allentamenti.
  • Non usare mai acqua calda per lo scongelamento, bensì acqua distillata o fisiologica sterile, a una temperatura compresa tra quella ambiente e quella corporea (18-37°C).
  • I tessuti scongelati, di norma, non devono essere ricongelati.

Il destinatario è responsabile della corretta conservazione dal momento del ricevimento del tessuto. 

Una volta scongelato per l’utilizzo, il tessuto non può essere ricongelato.

I tessuti vengono sempre distribuiti con le proprie brochure che descrivono il prodotto e le specifiche, dettagliandone modalità di conservazione ed utilizzo, da rispettare rigorosamente (vedi menù “prodotti”). L'utilizzo di tessuto muscoloscheletrico non idoneamente conservato espone il ricevente a rischi di gravi reazioni avverse e la responsabilità ricade sull'utilizzatore.

Eventuali rimanenze non possono essere conservate dall’utilizzatore per altri riceventi: ogni rimanenza, infatti, deve essere oggetto di nuova procedura di validazione, possibile solo alla Banca fornitrice del tessuto.

È possibile rendere alla BTM, previo accordo, esclusivamente tessuto non utilizzato e accompagnato dall'attestazione di buona conservazione. Tale pratica comporta una movimentazione del tessuto e l’avvio di procedure amministrative relative alla fatturazione già emessa. Evitare quindi di richiedere tessuto se non è certo l’impianto sul ricevente.

Non è invece possibile rendere alla BTM alcuna rimanenza di tessuto già manipolato in sala operatoria poiché, sebbene si tratti di un ambiente a contaminazione controllata, non è di classe A come richiesto dalle normative vigenti.

Lo spreco di tessuto muscoloscheletrico idoneo all’impianto, pertanto,  può e deve essere evitato attraverso la formulazione di richieste appropriate (si veda l'Accordo della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano dell'8 marzo 2018 - Requisiti minimi organizzativi, strutturali e tecnologici degli Istituti dei tessuti per la qualità e la sicurezza nella donazione, l'approvvigionamento, il controllo, la lavorazione, la conservazione, lo stoccaggio e la distribuzione di tessuti e cellule umane), sia quantitativamente che qualitativamente, di fornitura di tessuto già processato.

Il responsabile sanitario BTM e/o i tecnici di laboratorio specializzati nella processazione sono disponibili per consulenze sulle tipologie di tessuto processato più adatto alle esigenze specifiche del chirurgo: tel. 051 6366488.

Per i trasporti, la BTM si avvale di vettori DHL; è importante segnare nella richiesta, in modo inequivocabile, data di consegna e sede/indirizzo dettagliati di destinazione finale (con eventuali giorni-orari apertura).
 
SEGNALATECI eventuali problemi intercorsi durante il trasporto (es.: ritardo nella consegna con perdita del ghiaccio secco, consegna ad altro recapito, danneggiamento del collo o segni evidenti di apertura): la BTM provvederà alla sostituzione del tessuto!

Contenuto aggiornato il 05/09/2019 - 09:15
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter