Perché convenzionarsi

La richiesta di epifisi femorali per la chirurgia ortopedica regionale è particolarmente elevata. Il principale fornitore della BTM è tutt'ora l'Istituto Ortopedico Rizzoli, che garantisce un apporto medio di circa 70 epifisi femorali al mese.

Sarebbe difficile supportare le richieste con i soli prelievi di osso da donatore vivente eseguiti  dai reparti clinici del Rizzoli. Pertanto è eticamente necessario il contributo di tutti per evitare, nella soddisfazione delle richieste, l'applicazione di criteri di priorità quali:

  • soddisfazione, in tempo utile, delle richieste per interventi del Rizzoli e per le ortopedie convenzionate, che forniscono epifisi femorali da validare;
  • in seguito, evasione delle richieste delle ortopedie convenzionate che non forniscono osso;
  • successivamente le altre aziende e le case di cura regionali;
  • per ultime le aziende e le case di cura extraregionali.

Alle strutture convenzionate, si applica una tariffa decurtata di circa il 40% per epifisi femorali e del 10% per altri tessuti, rispetto alla quota definita dal tariffario nazionale, a scopo di contributo alla gestione organizzativa della raccolta di epifisi femorali.

Per usufruire delle decurtazioni è indispensabile essere fornitori attivi di epifisi femorali.
E' anche possibile comprendere nella convenzione l'eventuale partecipazione di chirurghi ortopedici 'locali' in caso di prelievo di tessuto muscoloscheletrico da donatore cadavere presso l'Azienda ospedaliera convenzionata oppure 'personalizzare' la convenzione a specifiche esigenze.

Il convenzionamento tra l'Istituto Rizzoli e altre aziende sanitarie, per lo scambio di tessuto muscoloscheletrico, consente di aumentare la dotazione di magazzino della nostra Banca, garantendo la fornitura di epifisi femorali alla struttura che sostiene l'impegno organizzativo necessario alla selezione anamnestica dei donatori, al prelievo, alla conservazione ed all'invio alla Banca IOR per la validazione.

Le epifisi femorali, dopo l'idoneità e la registrazione presso la Banca IOR, vengono 'restituite' alla struttura prelevante, come 'scorta' o per assegnazione specifica ad un ricevente, in base alla richiesta. 

La Banca del Tessuto Muscoloscheletrico IOR, in quanto Banca di riferimento della Regione Emilia Romagna, fornisce alle strutture regionali convenzionate tutta l'assistenza necessaria per l'organizzazione della struttura.

Vantaggi della convenzione

Per i centri prelevatori:

  • rimborso spese sostenute per la gestione della raccolta; 
  • tariffe inferiori per alcune tipologie di tessuti;
  • tempi di evasione della richiesta più brevi;
  • disponibilità come "scorta" di tessuto già idoneo all'impianto.

Per la BTM:

  • maggior quantità di epifisi femorali da validare e distribuire, soddisfando le richieste nei tempi richiesti;
  • ottimizzazione delle risorse.
Contenuto aggiornato il 05/09/2019 - 09:10
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter