Comitato Consultivo Misto

Particolare dell'affresco, attribuito a Bagnacavallo, raffigurante  la Crocifissione - Ala monumentale dell'Ospedale RizzoliIl Comitato Consultivo Misto (CCM) è un organismo introdotto nelle aziende sanitarie dalla normativa della Regione Emilia-Romagna, in attuazione di quella nazionale laddove questa prevede che, a tutela dei diritti dei cittadini, siano introdotti "organismi di consultazione" - composti da una rappresentanza maggioritaria delle Associazioni di Volontariato e di Tutela dei Diritti e da operatori aziendali - alla cui valutazione sottoporre l'organizzazione dei servizi, la programmazione delle prestazioni, la verifica dei risultati, nonché l'analisi dei segnali di disservizio.

La stessa legge individua le dimensioni valoriali della "qualità dal lato degli utenti" sulle quali l'associazionismo può intervenire e che sono la personalizzazione e l'umanizzazione dell'assistenza, il diritto all'informazione, le prestazioni alberghiere, le attività di prevenzione delle malattie.

La legge regionale indica come compiti primari dei CCM:

  • assicurare i controlli di qualità dal lato della domanda, specie con riferimento ai percorsi di accesso ai servizi;
  • individuare indicatori di qualità dei servizi dal lato dell'utenza;
  • sperimentare modalità di raccolta e di analisi dei segnali di disservizio.

Il Comitato Consultivo Misto del Rizzoli, nel più recente periodo, si è impegnato soprattutto nel:

  • promuovere e monitorare la qualità della raccolta, da parte degli operatori, del "consenso informato" degli utenti sottoposti a prestazioni diagnostiche e di trattamento terapeutico;
  • vigilare sui segnali di disservizio raccolti attraverso l'analisi degli esposti pervenuti alla Direzione dell'Azienda e le indagini sulla "qualità percepita" svolte dall'URP.

Il CCM del Rizzoli collabora inoltre alla direzione dell'Istituto nella partecipazione al progetto della Regione Emilia-Romagna e Agenas su La valutazione partecipata del grado di umanizzazione delle strutture di ricovero.

Esso è così composto:

PER LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO E TUTELA:

  • Dott. Luigi Scortichini, in rappresentanza dell'associazione AUSER di Bologna - con funzione di PRESIDENTE;
  • Sig. Raffaele Canova, in rappresentanza dell'associazione "Gruppo Volontari IOR";
  • Dott. Claudio Cremonini, in rappresentanza dell'associazione ANTEAS;
  • Rag. Germano Galligani, in rappresentanza dell'associazione "Gruppo Volontari IOR";
  • Dott. Giulio Rizzi, in rappresentanza dell'associazione "Gruppo Volontari IOR";
  • Dott. Nicola Turrini, in rappresentanza dell'associazione FACE;

PER L'AZIENDA:

  • Dott. Andrea Paltrinieri, responsabile Marketing sociale e coordinamento URP;
  • Sig.ra Rossella Carnevali, responsabile di area del personale di supporto SAITeR;
  • D.ssa Giuseppina Petrone, dirigente medico di Direzione Sanitaria;
  • D.ssa Rita Dal Passo, dirigente amministrativo Responsabile SSD Servizio Amministrativo dell'Area Sanitaria.
Contenuto aggiornato il 23/10/2017 - 16:02
Redazione contenuti: Daniela Negrini (daniela.negrini@ior.it)
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter