Riabilitazione dopo interventi di resezione di tumori muscoloscheletrici

Il trattamento elettivo dei tumori primitivi dell'osso ad alto grado di malignità é rappresentato dalla combinazione di chemioterapia e chirurgia, mentre per le forme a basso grado è indicata la sola chirurgia.

Il trattamento elettivo dei tumori primitivi dell'osso ad alto grado di malignità é rappresentato dalla combinazione di chemioterapia e chirurgia, mentre per le forme a basso grado è indicata la sola chirurgia. Il trattamento chirurgico può essere di due tipi: demolitivo (amputazione) o conservativo (ricostruzione).

Le indicazioni per eseguire un intervento conservativo sono divenute, recentemente, molto più frequenti rispetto a quelle che portano ad uno demolitivo. Al mutare dell'approccio chirurgico e in conseguenza della complessità degli interventi eseguiti il recupero funzionale é più lungo e la riabilitazione più impegnativa. Per questo tutti i pazienti che vengono operati presso l'Istituto di resezione e ricostruzione di un segmento osteo-articolare vengono valutati e, qualora le condizioni generali lo consentano, avviati a un programma riabilitativo già nell'immediato post-operatorio.

Il trattamento prevede due sedute riabilitative quotidiane (mattina e pomeriggio) e si pone come obiettivo a breve termine, quando consentito dal quadro clinico, il raggiungimento della deambulazione prima della dimissione dal reparto ortopedico.

Alla dimissione viene fornita una relazione fisiatrica con il programma per il trattamento da eseguire nella zona di provenienza. Se il  paziente torna in Istituto per eseguire trattamenti chemioterapici verrà valutato e gli obiettivi riabilitativi adeguati al nuovo livello funzionale raggiunto. Se l'intervento è demolitivo (amputazione) si provvede ad ordinare la protesi, se questa viene ricevuta al Rizzoli  il paziente viene sottoposto a un programma riabilitativo con degenza di 7- 15 giorni presso la Fisioterapia per poter utilizzare al meglio il "nuovo arto" e poter apportare tutte le opportune modifiche alla protesi in tempi brevi.

 

Autore: Dr.ssa Maria Grazia Benedetti, Direttore della Struttura Complessa di Medicina Fisica e Riabilitativa, Istituto Ortopedico Rizzoli.

Contenuto aggiornato il 06/07/2018 - 15:41
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter