Analisi cinematica e dinamica del movimento umano

Parole chiave: analisi del cammino, stereofotogrammetria, baropodometria, dinamometria, elettromiografia, sensori inerziali, validazione strumentale, progettazione del protocollo di misura, prestazioni sportive, recupero funzionale, ergonomia, biofeedback, riabilitazione/esercizio a domicilio.

Il laboratorio progetta, testa e utilizza tecnologia all’avanguardia nel campo dell’analisi del cammino. Un’accurata strumentazione permette di effettuare l’acquisizione in maniera non invasiva, durante le normali attività della vita quotidiana, della posizione tridimensionale di piccoli marcatori attaccati ai segmenti corporei, della forza di reazione al suolo e dell’attività muscolare, da cui sono calcolate cinematica e dinamica delle principali articolazioni. I compiti motori analizzati includono, ma non sono limitati a: cammino; salita e discesa dalle scale; seduta e alzata dalla sedia; salita e discesa da un gradino; accovacciamento; salto, etc.. Sono inoltre analizzati i più comuni esercizi di riabilitazione dell’arto inferiore e superiore.
Gli strumenti disponibili in laboratorio comprendono:

  • 14 telecamere a infrarossi ad alta frequenza per l’analisi cinematica (Vicon; OptiTrack);
  • 2 telecamere analogiche ad alta frequenza;
  • 16 canali EMG wireless di superficie (Cometa);
  • 2 pedane di forza (Kistler);
  • solette di pressione (Pedar);
  • pedana di pressione (BTS);
  • set di sensori inerziali IMU (CoRehab);
  • scanner (Delcam).

Tutti gli strumenti sono o possono essere sincronizzati temporalmente, al fine di ottenere l’integrazione completa di tutte le misure. Le analisi sono minimamente invasive, e vengono eseguite in tempi brevi da uno staff esperto senza alcun rischio associato al soggetto.
Il team di ingegneri e clinici del Laboratorio ha progettato e validato nuovi protocolli e corrispondenti modelli biomeccanici per l’analisi cinematica dei segmenti corporei. Alcuni di questi protocolli sono diventati uno standard all’interno della comunità scientifica internazionale, che ne ha apprezzato accuratezza, ripetibilità e facilità di comprensione clinica. Queste tecniche di analisi sono state applicate con successo a diverse parti del corpo umano, quali l’arto superiore, il tronco, il rachide e il piede, e su soggetti patologici e normali, prima e dopo trattamenti. Questi possono essere chirurgici, farmacologici, fisici, e anche ortesici tramite ortesi articolari per caviglia, ginocchio, colonna, spalla, gomito, polso e plantari.

 

Contenuto aggiornato il 27/06/2016 - 16:13
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter