SS Caratterizzazione Molecolare dei Tumori Muscoloscheletrici (resp. f.f. Katia Scotlandi)

L'attività di ricerca di questa Unità Operativa è focalizzata sull'identificazione delle alterazioni genetiche e biochimiche responsabili della patogenesi e della progressione dei tumori dell’apparato muscoloscheletrico.

In particolare, il riconoscimento dello stato di attivazione dei meccanismi coinvolti nella crescita e proliferazione cellulare, oltre che in processi associati alla sopravvivenza, alla migrazione e alla metastatizzazione dà informazioni di rilevante impatto clinico sia per le implicazioni diagnostiche e prognostiche che per il riconoscimento di potenziali bersagli molecolari, utili alla pianificazione di nuove e più efficaci strategie terapeutiche. Le analisi genetiche riguardano sia campioni tissutali che prelievi ematici, nell’ottica di identificare biomarcatori che possano favorire il monitoraggio della malattia prevedendo la sua possibile progressione in anticipo rispetto ai convenzionali metodi diagnostici. Dal punto di vista genetico, grazie all’applicazione delle tecniche di next-generation sequencing e di digital PCR, oltre che alle più convenzionali PCR quantitative è possibile operare analisi ad ampio spettro per la rilevazione sia di mutazioni che possono essere associate all’utilizzo di farmaci specifici, sia di alterazioni a carico dell’espressione dei geni, sia di alterazioni nei processi di regolazione epigenetica dell’espressione genica. Particolare attenzione è riservata all’analisi delle alterazioni genetiche a carico della singola cellula, sia per quanto attiene alle cellule tumorali circolanti sia per analisi contesto-cellulare specifiche in campioni di archivio, grazie all’applicazione di tecnologia di ultima generazione (es. Dep-Array). Fa parte della struttura personale addetto all’analisi bioinformatica dei dati

Nell’ambito della Struttura vengono favoriti anche gli studi di validazione a livello proteico delle alterazioni selezionate. Negli anni si è consolidata l’esperienza di studi proteomici grazie anche alla collaborazione con numerosi enti esterni. Particolarmente preziosa è la collaborazione con professionisti dell’Università di Bologna, del Centro di Ricerca Nazionale, e con strutture estere che negli anni hanno favorito il trasferimento tecnologico e accresciuto il know-how del personale afferente alla struttura. L’attività della Struttura è a forte impatto traslazionale e pertanto esiste una stretta collaborazione con i reparti all'interno del Rizzoli, tra cui la Clinica Ortopedica e Traumatologica III, la Struttura di Chemioterapia, la Struttura di Anatomia Patologica, il Laboratorio Di Patologia Ortopedica e Rigenerazione Tissutale, la Struttura di Genetica Medica.

Figura modificata da Bianchi G et al, Virchows Archiv volume 476, p 445–454 (2020)

La SS Caratterizzazione Molecolare dei Tumori MuscoloScheletrici accoglie studenti e dottorandi per la preparazione di tesi sperimentali a indirizzo biomolecolare e medico. Il responsabile f.f. della struttura, la Dr.ssa Katia Scotlandi, ha seguito oltre 70 studenti/giovani ricercatori nel loro percorso formativo. 

Progetti di ricerca attivi

  • Progetto 5 per mille 2017 (redditi 2016): Caratterizzazione genetica e molecolare di sarcomi muscoloscheletrici a piccole cellule rotonde (resp. Katia Scotlandi; co-PI Marco Gambarotti).

Progetti di ricerca conclusi

  • Proteomics for discovery of biomarkers and diagnosis in sarcoma. Italia/USA -2012 (resp.Piero  Picci; co-PI Maria Serena Benassi)
  • European Clinical trials in Rare Sarcomas within an integrated translational trial network 2011 (resp.Piero  Picci; Katia Scotlandi; Maria Serena Benassi)
  • Studio biomolecolare e genetico di osterosarcoma e tumore a cellule giganti nell’animale e nell’uomo – MIUR 2010 (resp. Maria Serena Benassi).
Contenuto aggiornato il 05/06/2020 - 10:03
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter