Sezione di Epidemiologia

I tumori ossei sono considerati una patologia rara e costituiscono complessivamente lo 0,2-0,5% di tutte le neoplasie maligne. Essi hanno un'incidenza di 0,8-1 caso per 100.000 abitanti all'anno (o 8-10 casi per milione di abitanti all'anno). Possiamo quindi calcolare che in Italia vi siano all'incirca 500 casi all'anno e di questi circa la metà (250 casi) arrivino all’Istituto Ortopedico Rizzoli (la percentuale è un po' più alta del 50% per i tumori giovanili quali osteosarcoma e sarcoma di Ewing).

Il Registro dei tumori maligni primitivi dell'osso

Presso il Laboratorio di Oncologica Sperimentale è attivo un Registro dei Tumori Maligni Primitivi dell'osso. È questo un Registro specializzato su base ospedaliera, a carattere nazionale, la cui organizzazione è iniziata nel 1984. Esso riunisce tutti i casi di neoplasia maligna ossea osservati all'Istituto Ortopedico Rizzoli dal primo gennaio 1982 ad oggi. Il totale dei casi al 30 aprile 2013 è di 6380 schede.

Gli istotipi che vengono inclusi nel Registro comprendono gli osteosarcomi (con le relative varietà), i condrosarcomi (con le relative varietà), i tumori a piccole cellule (sarcoma di Ewing, di Askin, tumore neuroectodermico primitivo), l'istiocitoma fibroso maligno, i tumori vascolari, il fibrosarcoma, il cordoma e altre forme quali: l'adamantinoma, il leiomiosarcoma dell'osso, lo schwannoma. Non vengono incluse le forme sistemiche e le metastasi ossee.

Nel programma informatizzato del Registro vengono raccolti ed inclusi numerosi dati per ciascun paziente: le notizie anagrafiche, la diagnosi, l'anno di diagnosi, la sede d'insorgenza, i sintomi, gli esami preoperatori, i numeri degli esami istologici, le terapie eseguite, il tipo di intervento chirurgico, il follow-up, le eventuali ricadute, il codice internazionale della malattia (ICD_O); inoltre dal foglio dell'anamnesi delle cartelle cliniche vengono ricavate altre informazioni di interesse epidemiologico, quali l'abitudine al fumo, la concomitanza di altre patologie, la presenza di allergie nel paziente, ma anche quella di eventuali neoplasie fra i suoi più stretti famigliari.

È evidente che l'esistenza di una casistica vasta come quella del Registro, ben documentata e rappresentativa di tumori rari di tutte le sedi, costituisce uno strumento essenziale per tutti i tipi di ricerca epidemiologica e clinica in oncologia muscolo-scheletrica. Il Registro dei Tumori Maligni Primitivi dell'Osso è affiliato all'Associazione Italiana dei Registri Tumori (AIRTUM).

Contenuto aggiornato il 13/06/2013 - 10:09
Redazione contenuti: Dott. Andrea Paltrinieri (redazioneweb@ior.it)
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter