Dr. Gianluca Giavaresi

Dr. Gianluca Giavaresi
051-6366730
091-6534630
344-9970300
051-6366580

Titoli di Studio Professionali ed Esperienze Lavorative

19/04/1963
Dirigente Medico

Responsabile Organizzativo della Piattaforma Tecnologica per l'Ingegneria Tissutale, Teranostica e Oncologia (Istituto Ortopedico Rizzoli - Palermo)

Incarico di Alta specializzazione: “Biocompatibilità in vivo” presso Laboratorio Studi Preclinici e Chirurgici - IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna

1990:  Laurea in Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Bologna (voto: 110/110 e lode)

1995: Specialità in Chirurgia d'Urgenza e di Pronto soccorso, Università degli Studi di Bologna (voto: 50/50 e lode)

2016: Master di II livello in Biostatistica, Università degli Studi di Bologna (voto: 30/30 e lode)

Dal 1987 al 1991 ha frequentato il reparto di Patologia Chirurgica del Policlinico Sant'Orsola - Bologna.

Dal 1991 al 1994 ha svolto la propria attività di specializzando in Chirurgia d'Urgenza e di Pronto soccorso presso il reparto di Patologia Chirurgica del Policlinico Sant'Orsola - Bologna e presso il Laboratorio di Studi Preclinici e Chirurgici, IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli - Bologna

Dal 1995 al 2000 ha frequentato in qualità di medico contrattista il Laboratorio di Studi Preclinici e Chirurgici, IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli – Bologna.

Dal 2000 al 2009 Dirigente Medico - Chirurgia generale presso Laboratorio di Studi Preclinici e Chirurgici -IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli – Bologna, come responsabile del Settore di Fisiopatologia Meccanica Sperimentale e della ricerca Biomeccanica.

Dal 2009 al 2014 Dirigente Medico - Chirurgia generale con Incarico di Alta specializzazione: “Biocompatibilità in vivo” presso Laboratorio di Studi Preclinici e Chirurgici -IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli – Bologna.

Dal 2014 al 2015: Responsabile nazionale del progetto PON01_00829 - Piattaforme Tecnologiche Innovative per l’Ingegneria Tissutale; Responsabile unità IOR progetto PON01_01059 - Sviluppo di una nuova piattaforma tecnologica per il trattamento non invasivo di patologie oncologiche e infettive basata sull’uso di ultrasuoni focalizzati; e Responsabile nazionale (Formazione) e unità IOR (Potenziamento) del progetto PONa3_00011 - Potenziamento strutturale di una rete di eccellenza per la ricerca preclinica e clinica sulla terapia personalizzata. 

Inglese: fluente (B2). Francese: eccellente (C1). Tedesco: intermedio (B1)

Ottime capacità e competenza informatica dei programmi per il trattamento di testi e dati, analisi statistica (SPSS e R) e per la navigazione in Internet.

docenza ai formandi del Progetto PONa3_00011 - Potenziamento strutturale di una rete di eccellenza per la ricerca preclinica e clinica sulla terapia personalizzata.

Collabora all'esecuzione di progetti di ricerca del Ministero della Salute, della Regione Emilia-Romagna, dell'Università e di ditte italiane.

Autore e co-autore di 264 pubblicazioni su riviste internazionali e 2 capitoli di libro.

Linee di ricerca seguite presso l'Istituto Ortopedico Rizzoli: Chirurgia protesica ricostruttiva, Medicina rigenerativa, Patologia ortopedica medica.

h-index: 42

Revisore per numerosi riviste internazionali: Acta Biomaterialia; Biomaterials; Current Drug Device; Journal of Applied Biomaterials and Biomechanics; Journal of Biomechanics; Journal of  Biomedical Material Research (Part A & B); International Journal of Artificial Organs; The International Journal of Oral & Maxillofacial Implants; Materials Science and Engineering Part C; Surface and Coatings Technology; Tissue Engineering.

Membro delle Società: Società Italiana Biomateriali (SIB); European Calcified Tissue Society (ECTS).

Biomateriali, biocompatibilità, osteointegrazione impianti, stimolazione biofisica, osteoporosi, osteoartrosi, metastasi ossee, medicina rigenerativa per patologie di osso, cartilagine e tendini:

  • Approcci minimamente invasivi, in particolare sistemi biofisici, nelle neoplasie primarie multifarmacoresistenti e nelle neoplasie metastatiche osteolitiche;
  • Nuovi scaffold per trattamento delle lesioni osteocondrali;
  • Ruolo svolto dagli esosomi derivanti da cellule di mieloma multiplo nell’ambito della malattia ossea;
  • Trattamento mini- invasivo di patologie oncologiche come le lesioni ossee da mieloma multiplo e osteosarcoma, basata sull’uso degli ultrasuoni focalizzati;
  • Isolamento di esosomi tumorali da plasma di pazienti affetti da osteosarcoma, tramite l’uso di un pannello esclusivo di anticorpi monoclonali diretti specificamente contro selettivi antigeni tumorali;
  • Mutazioni e polimorfismi nei geni del pathway della vitamina D e loro implicazioni su osteoporosi ed osteoartrite.
Contenuto aggiornato il 22/12/2016 - 16:32
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter