Dr. Matteo Romantini

Foto Dr. Matteo Romantini
Dr. Matteo Romantini
Dirigente Medico Ortopedia generale
091-9297069 (studio medici)
091-9297070

Titoli di Studio Professionali ed Esperienze Lavorative

08/08/1984
Dirigente Medico - Ortopedia e traumatologia

Dirigente medico presso il Dipartimento Rizzoli-Sicilia (dal 24/09/2018)

2010: Laurea in medicina e chirurgia conseguita presso l’Università degli studi di Bologna.

2017: Specialità in Ortopedia e Traumatologia conseguita presso l’Università degli studi di Bologna.

  • Da dicembre 2017: contratto di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie Università di Bologna, Istituto Ortopedico Rizzoli, con progetto di ricerca sul trattamento ricostruttivo mediante Megaprotesi dei difetti ossei massivi.
  • Dal luglio 2017: collaboratore libero professionista presso Trauma Medical Clinic, La Villa (Bz) per attività di pronto soccorso ortopedico.
  • 2017: incarico a tempo determinato per attività specialistica ambulatoriale branca Ortopedica presso Ausl Romagna.

Inglese: fluente.

Buona padronanza degli strumenti Microsoft Office, Filemaker, programmi di editing video, MedCalc per analisi statistica.

Staff organizzativo per il corso annuale “Musculoskeletal Pathology Course", 3rd Joint IOR/MSKCC/HSS, presso l'Istituto Ortopedico Rizzoli.

Autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali, 2 capitoli di libro, partecipazioni in qualità di relatore in numerosi congressi nazionali ed internazionali.

  • Tumori primitivi dell’osso: Osteosarcoma, Sarcoma di Ewing, Condrosarcoma;
  • Tumori primitivi delle parti molli: liposarcoma, fibrosarcoma, sarcoma epitelioide, altri sarcomi di alto grado delle parti molli;
  • Tumori benigni dell'osso e delle parti molli: lipoma, tumore lipomatoso atipico, mixoma, condroma, esostosi, neurinoma, schwannoma ed altri tumori benigni di osso e parti molli;
  • Lesioni pseudotumorali: cisti ossea semplice, cisti aneurismatica, displasia fibrosa;
  • Metastasi ossee: trattamento mediante elettrochemioterapia;
  • Medicina rigenerativa: impiego di cellule staminali mesenchimali (MSC) per il trattamento dei ritardi di consolidazione delle fratture, osteonecrosi, cisti ossee;
  • Osteomieliti ed infezioni periprotesiche;
  • Patologia degenerativa di anca, ginocchio;
  • Osteonecrosi primitiva o secondaria;
  • Pseudoartrosi;
  • Ricostruzioni complesse di bacino mediante impianti.
Contenuto aggiornato il 09/11/2018 - 11:58
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter