Dr. Nicola Rani

Titoli di Studio Professionali ed Esperienze Lavorative

15/08/1981
Dirigente Medico

Incarico professionale di base: "Trattamento delle infezioni in ambito ortopedico" (delib. n.181 del 12 giugno 2015)

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Bologna conseguita il 15/05/2006 con votazione 110/110 e Lode (Tesi: Il trattamento in due tempi nelle mobilizzazioni settiche della protesi d’anca).

Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia presso l’Università di Bologna conseguita il 31/07/2012 con 70/70 e Lode.

  • Da agosto 2007 a luglio 2012 medico specializzando con frequenza presso gli Istituti Ortopedici Rizzoli, l’Ospedale Maggiore ed il Policlinico Sant’Orsola-Malpighi di Bologna.
  • Da settembre 2012 a giugno 2014 incarico libero professionale presso SSD Chirurgia ortopedica Conservativa e Tecniche innovative –IOR.
  • Da giugno 2014 Dirigente Medico presso la SSD Chirurgia ortopedica Conservativa e Tecniche innovative.
  • Fellowship dal 29 marzo al 29 aprile 2016 presso la Clinica Ortopedica dell’Inselspital di Berna (CH) in: Hip Preservation Surgery, Tumor Surgery and Pelvic Traumatology.
  • Collabora dal 2007 con la Banca del Tessuto Muscoloscheletrico facendo parte dell’equipe degli espianti di tessuto da donatore.

Inglese: fluente.
Tedesco: fluente.

Buona conoscenza dei principali applicativi in ambiente Windows (Word, Excel, Power Point, Internet Explorer).

Chirurgia delle deformità con fissatore esterno computer assistita.

L’attività di ricerca riguarda principalmente l’ambito della Medicina Rigenerativa, in particolare l’utilizzo dei fattori di crescita nelle patologie osteoarticolari come osteoartrosi di anca e ginocchio, e pseudoartrosi delle ossa lunghe.

Autore di diverse pubblicazioni scientifiche. Ha presentato numerose relazioni a congressi nazionali ed internazionali come relatore e correlatore.

Chirurgia conservativa dell’anca con particolare riferimento alla displasia congenita e al conflitto femoro-acetabolare (osteotomia periacetabolare, rimodellamento mini-open, lussazione chirurgica dell’anca).
Trattamento delle deformità assiali e torsionali degli arti inferiori (ipometrie, deformità post traumatiche, etc.).
Trattamento delle osteomielite e delle infezioni di pertinenza osteoarticolare con fissazione esterna circolare (metodo di Ilizarov) e non.
Trattamento chirurgico delle pseudoartrosi con adiuvanti biologici (cellule staminali midollari, gel piastrinico ed innesti omoplastici).

Contenuto aggiornato il 20/02/2018 - 11:48
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter