La cifosi giovanile

La cifosi vertebrale è una curva a convessità posteriore. In base all'eziologia le cifosi dorsali si possono distinguere in: posturali asteniche, osteocondropatiche, idiopatiche, congenite.

Il trattamento delle cifosi non chirurgiche può essere rieducativi e/o ortesico.La scelta del trattamento si fa in base alla eziologia, alla gravità, all'età scheletrica, alla presenza o meno del dolore.

Cifosi astenica. È un aspetto dell'atteggiamento astenico del soggetto e si accompagna solitamente a iperlordosi lombare, spalle anteposte, ginocchia valghe, piedi piatti lassi; la curva cifotica è attivamente correggibile, sono assenti alterazioni ossee. Il trattamento è di competenza riabilitativa : con rieducazione posturale globale, rinforzo muscolare e individuazione di sport idonei per il paziente. In questi casi é in genere controindicata l'ortesi.

Cifosi osteocondropatiche, idiopatiche e congenite. La cifosi non é autocorreggibile, sono presenti alterazioni ossee più o meno importanti, quando la curva supera i 40° il trattamento rieducativo non é sufficiente. In questi casi occorre usare un tutore ortopedico. Il trattamento ortesico dura circa 1 - 2 anni, tempo di solito necessario per raggiungere la ricostruzione vertebrale. Presso il nostro reparto effettuiamo l'inquadramento diagnostico, sia clinico che radiologico, il trattamento ortesico per la cura o la prevenzione delle cifosi ed eseguiamo controlli ambulatoriali rivedendo il paziente ogni 4-5  mesi. Questi controlli hanno lo scopo di monitorare l'evoluzione della cifosi, verificare l'efficacia del tutore nel tempo e adattarlo prontamente al paziente che é in età di accrescimento.

Autori: Dr.ssa Maria Grazia Benedetti, Dr. Alessandro Zati, Struttura Complessa di Medicina Fisica e Riabilitativa, Istituto Ortopedico Rizzoli.

Contenuto aggiornato il 06/07/2018 - 15:37
Utilizza SharethisShareThis  Scrivi una email  Vai a facebook  Vai a twitter