Medicina fisica e riabilitativa

L’offerta dei servizi della struttura complessa di Medicina Fisica e Riabilitativa comprende attività di:

  • Riabilitazione intensiva svolte nel reparto di Degenza Ordinaria;
  • Riabilitazione estensiva svolta in regime ambulatoriale;
  • Consulenza fisiatrica per la presa in carico riabilitativa dei pazienti ricoverati presso le Divisioni ortopediche e l’organizzazione ed attivazione di percorsi assistenziali (esempio percorso fratture di femore dell’anziano);
  • Ambulatorio fisiatrico rivolto alle patologie ortopediche dell’adulto e ai pazienti affetti da patologie ortopediche in età neonatale e pediatrica.

Degenza Ordinaria di tipo intensivo (cod. 56)

La Degenza Ordinaria dispone di n. 15 posti letto organizzati in 3 camere a 4 letti ed una camera a 3 posti letto. Oltre alla degenza ordinaria in convenzione, è possibile usufruire della degenza in Libera Professione. L’attivita’ della degenza ordinaria e’ rivolta prevalentemente al trattamento riabilitativo dei pazienti trattati chirurgicamente presso le divisioni ortopediche dell’istituto che necessitano di assistenza medico-infermieristica continuativa nelle 24 h

Sono trattati, in particolare, i pazienti sottoposti ai seguenti interventi:

  • revisioni di protesi di anca e di ginocchio;
  • protesi di primo impianto in patologie complesse (displasia dell’anca, patologie reumatiche maggiori, malattie neurologiche, malattie muscolari;
  • malattie genetiche, sindromi acondrodisplasiche e metaboliche);
  • protesi in disartrodesi di anca e di ginocchio;
  • espianto protesi di anca;
  • applicazione di protesi di arto inferiore in amputato ed addestramento all’uso della stessa;
  • sintesi di fratture di grandi segmenti scheletrici (esempio: fratture di bacino) oppure di fratture degli arti (esempio: fratture femore);
  • resezione e ricostruzione dell’apparato muscolo-scheletrico per patologie neoplastiche;
  • stabilizzazioni vertebrali o altri grandi interventi sul rachide.

La presa in carico del paziente avviene attraverso la definizione di un progetto riabilitativo individuale (PRI) che ha come obiettivo principale il recupero dell'autonomia funzionale. Il team che partecipa al progetto è costituito da  personale medico , fisioterapisti e infermieri ed altre figure professionali  dell’assistenza; ognuno  apporta il proprio contributo per raggiungere l'obiettivo prefissato nel minor tempo possibile. L'attività riabilitativa prevede due sedute giornaliere (una al mattino e una al pomeriggio)  che possono essere effettuate direttamente al letto del paziente oppure presso la palestra attrezzata della struttura. Durante il periodo di ricovero, inoltre, i pazienti vengono educati dal personale di reparto alla progressiva ripresa dell'autonomia nelle attività della vita quotidiana (ADL).

È assicurata la presenza di un medico di reparto dalle ore 8 alle ore 20 dal lunedì al venerdì e dalle ore 8 alle 14 nella giornata di sabato. La visita generale viene effettuata nella giornata di mercoledì.

Attività riabilitativa presso i reparti ortopedici dell’Istituto

La Struttura garantisce l'attività riabilitativa ai pazienti ricoverati presso i reparti ortopedici che sono stati sottoposti ad interventi chirurgici fin dai primi momenti post-operatori.

La presa in carico avviene entro 24 ore lavorative dalla richiesta ortopedica previa visita del medico fisiatra che elabora il progetto riabilitativo. Il trattamento prevede due sedute giornaliere svolte dai fisioterapisti al letto del paziente e negli ambienti della degenza dedicati.

Per i pazienti che alla dimissione vengono trasferiti presso altra struttura riabilitativa il fisiatra predispone una relazione clinica. Per i pazienti con problematiche riabilitative complesse è possibile il trasferimento presso il reparto di degenza della struttura stessa (v. degenza ordinaria).

In ogni caso, qualora se ne ravveda la necessità, il medico fisiatra, in collaborazione con l’assistente sociale, individua il miglior percorso riabilitativo per il paziente, da espletarsi dopo il ricovero in Ortopedia, in osservanza all’appropriatezza clinica ed alla disponibilità di risorse riabilitative del territorio di competenza.

Per il completamento dell’iter clinico diagnostico sono erogate sia per pazienti ricoverati che ambulatoriali, su richiesta dei medici ortopedici, chirurghi generali o anestesisti, le seguenti prestazioni:

  • Esami Neuro Elettrici con o senza curve Intensità/Tempo
  • Spirometria

L’attività riabilitativa assume particolari percorsi diagnostici e terapeutici presso:

  • il reparto di  ortopedia pediatrica per la complessità che tali bambini presentano.
  • I reparti di ortopedia oncologica e chemioterapia sia per la complessità e la particolarità degli interventi ricostruttivi eseguiti sia per la frequente giovane età dei pazienti coinvolti e delle conseguenti alte esigenze funzionali.

Cure ambulatoriali

L’ambulatorio di fisioterapia si occupa esclusivamente della presa in carico riabilitativa di pazienti trattati chirurgicamente presso le divisioni ortopediche dell'Istituto assicurando così la continuità terapeutica necessaria a garantire il successo dell'intervento effettuato.

Vengono erogati cicli di fisioterapia in regime SSN con cadenza bisettimanale su prenotazione da parte di un medico fisiatra della struttura.

Sono trattate, in particolare, le seguenti patologie:

  • Lesioni periarticolari della spalla trattate chirurgicamente;
  • Patologie dell’arto superiore sottoposte ad endoprotesi, artroprotesi anatomiche, protesi di rivestimento e protesi ad anatomia inversa della spalla e protesi del gomito;
  • Lesioni complesse del ginocchio sottoposte a ricostruzioni biologiche e di “banca” del tessuto;
  • Postumi funzionali di fratture complesse degli arti anche complicate da patologie secondarie (paralisi, algodistrofia, infezioni, pseudoartrosi..;)
  • Esiti di artroprotesi di anca e ginocchio

Attività di ricerca

L'attività di ricerca della Struttura Complessa di Medicina Fisica e Riabilitativa dell’Istituto Ortopedico Rizzoli è rivolta principalmente a:

  • Trial in patologie ortopediche trattate con tecniche chirurgiche innovative;
  • Studio della funzione dopo chirurgia complessa in patologie neoplastiche dell’apparato muscolo-scheletrico;
  • Percorsi diagnostico-riabilitativi in patologie ortopediche complesse e valutazione dell’outcome;
  • Percorsi riabilitativi e farmacologici in neuro-riabilitazione e valutazione dell’outcome;
  • Malattie metaboliche dell’osso in Ortopedia;
  • Valutazione di efficacia di nuovi interventi farmacologici e riabilitativi sul dolore in patologie ortopediche;
  • Valutazione degli strumenti per la misura della menomazione e della disabilità.

torna su

Contenuto aggiornato il 01/09/2017 - 16:42