Ortopedia generale

La Struttura Complessa di Ortopedia Generale del Dipartimento Rizzoli-Sicilia comprende un reparto di degenza di Ortopedia, un day hospital medico, un servizio di day surgery per gli interventi chirurgici che possono essere eseguiti senza pernottare in ospedale, e un ambulatorio medico per le visite specialistiche.
La Struttura Complessa è fornita di un reparto composto da 34 posti letto, disposto su due sezioni di 17 letti ciascuna. Le camere sono a 2 letti, tutte fornite di bagno, e ospitano i ricoveri ordinari, i ricoveri in day hospital, i ricoveri in day surgery e i ricoveri in terapia sub-intensiva.
È garantita la presenza del medico ortopedico in reparto tutti i giorni lavorativi dalle 8 alle 20. Nelle ore notturne e festive è presente un medico di guardia anestesista rianimatore e sono reperibili in pronta disponibilità due medici ortopedici.

Attività di sala operatoria al Dipartimento Rizzoli-Sicilia

Attività Clinica

L’attività clinica si sviluppa nei tradizionali campi di interesse clinico e di ricerca dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna. In particolare, nella Struttura Complessa di Ortopedia Generale vengono affrontate le seguenti problematiche cliniche:

  • patologie protesiche dell’arto inferiore (protesi dell’anca, protesi del ginocchio e della tibiotarsica) e superiore (protesi di spalla). Particolare interesse viene dedicato alla mini invasività degli impianti protesici, con impianti a risparmio di tessuto osseo come le protesi di rivestimento, ai materiali innovativi quali gli accoppiamenti ceramici, le leghe al titanio e i rivestimenti bioattivi come ad esempio l’idrossiapatite;
  • patologie del ginocchio. In particolare le lesioni dei menischi e dei legamenti crociati a livello del ginocchio, le lesioni capsulo-legamentose della caviglia, le lesioni dei tendini e della cartilagine articolare. Inoltre vengono trattate le lesioni osteocondrali con tecniche di medicina rigenerativa del tessuto cartilagineo utilizzando cellule staminali;
  • patologie della spalla. Vengono trattate patologie quali le lesioni della cuffia dei rotatori, le sindromi da impingement dello spazio sotto acromiale, le tendinopatie calcifiche e le instabilità croniche come la lussazione abituale della spalla;
  • patologie della caviglia e del piede. Vengono trattate le deformità delle dita come l’alluce valgo, le dita in griffe e le dita a martello, le deformità del retropiede come il piede piatto ed il piede cavo, e gli esiti delle deformità congenite come il piede torto;
  • patologie della colonna vertebrale dell’adulto come la lombalgia dovuta alla patologia degenerativa dell’adulto, ernia del disco e/o stenosi vertebrale. Il trattamento della lombalgia viene affrontato in maniera multidisciplinare tra il medico ortopedico, il medico fisiatra, il medico terapista del dolore, ed il radiologo interventista. Vengono pertanto individuati percorsi terapeutici specifici che spaziano dalla cura riabilitativa, farmacologica, chirurgica a cielo chiuso, fino al tradizionale intervento chirurgico.
  • esiti di traumi. Le gravi fratture, talvolta, per la loro gravità non guariscono ed esitano in pseudoartrosi o in ritardo di consolidazione, oppure guariscono con deviazioni dell’asse o con accorciamento e possono necessitare di ulteriori interventi correttivi per migliorare il risultato funzionale;
  • malattie tumorali delle ossa o dei muscoli. In caso di sospetto di malattie di natura tumorale, vengono eseguiti tutti gli esami di accertamento di tipo radiologico (risonanza magnetica nucleare, tac, scintigrafia ossea), inclusi i prelievi bioptici per eseguire la diagnosi istologica a cura del Servizio di Anatomia Patologica dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna e per impostare il migliore trattamento.

Attività di Ricerca

L’attività di ricerca in campo clinico si sviluppa nello studio degli impianti protesici, della forma dell’impianto e della mini invasività ossea, utilizzando le più moderne metodiche di chirurgia computer-assistita.
Un'altra parte dell’attività di ricerca consiste nella valutazione e nello sviluppo di procedure innovative per le ricostruzioni legamentose e per la riparazione o la sostituzione delle strutture meniscali.
La validazione di tecniche innovative per il trattamento della patologia pre-artrosica con l’impiego delle più avanzate tecniche di terapia cellulare costituisce un’altra importante linea di ricerca del Dipartimento.

Contenuto aggiornato il 05/06/2017 - 14:14
Redazione contenuti: Prof. Stefano Zaffagnini