Main container

Ing. Leardini Alberto

Curriculum Vitae

Data di nascita
02/12/1961
Qualifica

Ingegnere dirigente

Incarico attuale

Direttore SC Laboratorio Analisi del Movimento

Titoli di studio

Laurea in Ingegneria Elettronica presso l’Università degli Studi di Bologna.

Altri titoli

Dottorato di Ricerca in Orthopaedic Engineering presso University of Oxford.

Incarichi ricoperti
Dal Luglio 1990 è strutturato all'Istituto Ortopedico Rizzoli, dove è stato Coordinatore del Centro di Riferimento Specialistico "Biomeccanica della caviglia e del piede" dal Novembre 2008 al Dicembre 2019, Responsabile tecnico-scientifico del Laboratorio di Analisi del Movimento, Delegato per la Direzione Scientifica alla Commissione Trattante dell’Area del Comparto (2013 – 2016), Responsabile della Linea di Ricerca, Computer Aided Medicine (2015 – 2018), ora Chirurgia Innovativa e Protesica (2018 – oggi) e in quanto tale siede nel Collegio di Direzione dal 2015. Responsabile per il Laboratorio del Sistema di Gestione per la Qualità (UNI EN ISO 9001:2000 e seguenti) dal 2008, Membro del Gruppo di Valutazione "Intellectual Property Rights" da Luglio 2015, Direttore f.f. del Laboratorio di Analisi del Movimento dal Dicembre 2017 al Dicembre 2019, e infine Direttore del Laboratorio di Analisi del Movimento dal 1 Gennaio 2020.
Lingue

Inglese: eccellente.

Tecnologie

Conosce e gestisce sistemi di analisi del movimento, sia stereofotogrammetrici che inerziali, sistemi dinamometrici, barografici ed elettromiografici.

Conosce e sviluppa tecniche di analisi delle immagini biomedicali e dei sistemi di navigazione chirurgica. Conosce software di radiostereometria e videofluoroscopia.

Conosce e utilizza software per il calcolo, per la modellazione cinematica e muscolo-scheletrica e per la progettazione di dispositivi. Conosce le tecnologie delle stampanti 3D ("additive manufacturing").

Conosce variabili cinematiche e dinamiche e relativi parametri caratteristici del cammino normale e patologico, nonché a seguito di interventi chirurgici o programmi di riabilitazione. Ha sviluppato e validato protocolli sperimentali per l'analisi strumentale del cammino, che sono diventati standard internazionali.

Ha esperienza in progettazione di dispositivi per trattamenti ortopedici e riabilitativi, quali ortesi e protesi; conosce, e ha sviluppato egli stesso, strumenti e tecniche per la chirurgia delle sostituzioni protesiche.

Conosce e utilizza scale a punteggio per valutazioni clinico-funzionali di pazienti con deficit della locomozione. 

Ha saputo gestire al meglio i grandi cambiamenti tecnologici della disciplina, nonché gli effetti sul piano organizzativo e amministrativo; è stato negli ultimi anni di supporto alla Direzione (direttamente negli ultimi due) per la negoziazione del Budget della sua struttura complessa, nonché per la rendicontazione delle attività.

Attività didattica
Tra gli anni 1991–1995 è stato Docente a contratto presso l’Università degli Studi di Bologna – Facoltà di Medicina, per un Corso di Biomeccanica, alle Scuole di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia, e Medicina Fisica e Riabilitazione
Negli anni 2004–2014 è stato Professore a Contratto del Corso "Biomeccanica della Funzione Motoria" presso l’Università degli Studi di Bologna – II Facoltà di Ingegneria, DEIS, Università di Bologna, Polo di Cesena e nel Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Biomedica, indirizzo "Progettazione biomeccanica e di organi artificiali".
Ospita e coordina ogni anno Tirocini formativi e curricolari ed è correlatore di Tesi di Laurea e di Dottorato per diversi Corsi di Laurea delle Facoltà di Ingegneria della Università di Bologna e di altre Università italiane (Ancona, Torino, Milano, Padova, Verona, Roma). Ha tenuto lezioni a Corsi Internazionali e Nazionali. È stato esaminatore di Tesi di Dottorato, 8 Internazionali e 5 Nazionali. È stato Relatore o Correlatore di 66 Tesi di Laurea Specialistica e 3 Tesi di Laurea Triennale. Ha ospitato circa 60 Tirocini formativi.
Attività scientifica
Coordina in IOR Progetti di Ricerca Corrente e Finalizzata. È coordinatore scientifico di vari progetti di Ricerca Commissionata, anche Industriale. Ha partecipato come partner a vari progetti di ricerca Europei (FWP 2nd-7th).
È autore di molte presentazioni a Congresso, tra cui: 69 su invito (di cui 7 in Italia); abstract per presentazioni a Congresso, 627 a Podio (416 pubblicati, 211 non pubblicati), 185a Poster, 6con Biomodelli.
Abstract su rivista 185; Moderatore in 47 Sessioni; Scientific Exhibit 2. Tra queste 12 sono state premiate come migliore presentazione del congresso.
E’ autore di capitoli di libro, 32 in lingua inglese e 15 in lingua italiana, nonché una monografia. È autore di 201 lavori su riviste internazionali impattate, con 288 co-autori (molti internazionali), con 10.424 citazioni e H-index 43 (fonte Scopus 30-3-2020). È autore infine di 42 lavori su altre riviste.
È inventore in tre Brevetti di invenzione: "A prosthetic device for human articulations, in particular for the ankle articulation" (protesi articolare totale di caviglia), registrato in Italia, PCT, USA, e EPO; “Dispositivo Ortopedico Perfezionato” (protesi di ginocchio), registrato in Italia e PCT; e “Ortesi piede-caviglia articolata con asse di rotazione flottante” registrato in Italia e PCT. Il primo è stato prima licenziato per sfruttamento industriale tutt’ora in corso.
È revisore delle principali riviste internazionali del settore, tra le quali BMC Musculoskeletal Disorders; BMC Pregnancy and Childbirth; Clinical Orthopaedics and Related Research; Computer Methods in Biomechanics and Biomedical Engineering; Computer Methods and Program in Biomedicines; Foot and Ankle Surgery; Heliyon; Human Movement Science; IEEE Transactions on Biomedical Engineering; IEEE Transaction on Neural Networks; IMechE, Journal of Engineering in Medicine, Part H of the Proceedings of the Institution of Mechanical Engineers; Journal of Applied Biomechanics; Journal of Athletic Training; Journal of Biomechanics; Journal of Biomechanical Engineering - ASME; Journal of Engineering in Medicine; Journal of Experimental Orthopaedics; Journal of Foot and Ankle Research; Journal of Foot and Ankle Surgery; Journal of Musculoskeletal Disorders and Treatment; Journal of NeuroEngineering and Rehabilitation; The Journal of Rheumatology; Journal of Medical and Biological Engineering; Journal of Orthopaedic Research; Journal of Sports Sciences – Biomechanics Section; Measurements; Medical & Biological Engineering & Computing; Medical Engineering and Physics; Musculoskeletal Surgery; Osteoarthritis and Cartilage; Physiological Measurement; PlosOne; Rheumatology; Sensors; Surgical Innovation; Transactions on Biomedical Engineering.
È tuttora o è stato nell’Editorial Board delle seguenti riviste internazionali di settore: del Journal of Biomechanics, Clinical Biomechanics, Gait & Posture, e Biomedical engineering Application Basis and Communications; è anche Contributing Editor del Journal of Applied Biomechanics nell’area "Musculoskeletal Biomechanics".
È stato revisore di Abstract per il programma scientifico di molti congressi nazionali ed internazionali.
Ha ricoperto e ricopre ruoli istituzionali nelle più importanti società scientifiche nazionali e internazionali del settore, in particolare:
  • Gait and Clinical Movement Analysis Society: Standardisation Committee 2004 – 2008
  • Società Italiana Analisi del Movimento in Clinica: Socio Fondatore, Segretario, Vice-Presidente 2007-2009, Presidente 2009-2011
  • International Foot & Ankle Biomechanics: Founder, Steering Group dal 2007
  • Technical Group 3-D Analysis of Human Movement: President 2010-2012
  • European Foot Ankle Society: membro del Research Committee dal 2010
  • Italian Digital Biomanufacturing Network: Socio Fondatore, Presidente 2016-2018
  • International Society of Biomechanics: Executive Council 2013-2019 (Student Award Officer), President-Elect 2019-2021, President 2021-2023
  • Weight-Bearing CT Society: membro del Scientific Board dal 2018.
Interessi clinici e/o scientifici
I principali interessi clinici e/o scientifici maturati sono stati:
  • Protocolli sperimentali per l’analisi del movimento: con calibrazione anatomica e calcolo del centro d‘anca (Leardini – Cappozzo 1995-1999); standardizzazione e revisione critica della letteratura (Leardini – Chiari – Cappozzo 2005); per la cinematica multi segmentale del piede (Leardini – Benedetti 2007).
  • Progettazione di nuove protesi di caviglia: in particolare ha sviluppato l’intero percorso di studi che va dalle misure in-vitro ai risultati clinici di una protesi innovativa, passando per modellistica, prototipazione, strumentazione e valutazione funzionale (Leardini – O’Connor – Giannini 1999-2011).
  • Nuovi sistemi e tecniche per la navigazione chirurgica: in particolare ha sviluppato l’intero percorso che va dalle misure in-vitro ai risultati clinico-chirurgici della navigazione della rotula nella protesica di ginocchio (Leardini – Catani – Belvedere 2007-2019).
  • Misure combinate e integrate di cinematica, baropodometria e immagini biomediche (Leardini – Belvedere – Giacomozzi – Caravaggi 2014-2016).
  • Progettazione di protesi e impianti personalizzati per l’ortopedia, dall’immagine biomedicale alla produzione e finitura finale (Leardini – Belvedere – Caravaggi – Fortunato 2016-2019).

Brevetti

Brevetto
Dispositivo ortopedico perfezionato
Nuove protesi di ginocchio basate su meccanismi sferici. Si tratta di dispositivi ortopedici per la sostituzione protesica del ginocchio, sia parziale sia primaria e sia secondaria, con una componente sul femore distale, ed una sulla tibia prossimale. In maniera del tutto originale le due componenti protesiche sono accoppiate, a realizzare virtualmente o fisicamente una coppia sferica, in modo da generare, assieme anche al contributo dei legamenti conservati, un moto sferico ad un solo grado di libertà. Questa rappresentazione è stata dimostrata infatti essere una ottima approssimazione del moto spaziale naturale di questa articolazione in condizioni di flessione passiva. Tale moto può essere ottenuto con varie soluzioni progettuali, alcune includendo anche elementi innovativi di collegamento tra le superfici articolarli, che le vincolano ad un moto (relativo) di puro rotolamento, evitando pertanto lo strisciamento.
Leggi tutto