Main container

Terapie Rigenerative in Oncologia (TRO)

Presentazione

Nel caso di pazienti affetti da sarcoma e da metastasi ossee il trattamento prevede spesso una chirurgia per rimuovere il tumore e una per ricostruire il tessuto interessato. Sfortunatamente in alcuni casi le terapie disponibili non sono sufficienti.

Immagine: chirurgia e ricostruzione del tessuto interessato

La struttura semplice Terapie Rigenerative in Oncologia (TRO) è una struttura specializzata della struttura complessa Osteoncologia, Sarcomi dell'osso e dei tessuti molli, e terapie innovative.
TRO è composto da clinici, biologi e biotecnologi con la missione di sviluppare approcci terapeutici interdisciplinari per offrire una qualità di vita migliore per i pazienti.
Immagine: l'attività del Laboratorio è basate sia sull'oncologia che sulla medicina rigenerativa
Grazie all'esperienza sviluppata dal suo personale in oncologia e in medicina rigenerativa, TRO è interessato allo sviluppo di modelli di tessuti patologici, da utilizzare per validare l'efficacia di agenti terapeutici innovativi, come i nanofarmaci e la terapia fotodinamica.
L'esperienza sviluppata dal personale dell'unità nell'ambito della terapia cellulare ha permesso lo sviluppo di prodotti la cui efficacia è stata validata in svariati studi preclinici ed uno studio clinico.
Immagine: l'attività del Laboratorio si situa tra la ricerca preclinica e clinica

 

Progetti di Ricerca negli scorsi 5 anni:
  • 2020-23: Progetto di Ricerca Finalizzata progetto RF-2018-123680004 "A Theranostic approach to reduce local reoccurrence of myxofibrosarcoma". Ente Finanziatore Ministero della Salute. Coordinatore Dr. Toni Ibrahim, IRTS Meldola (FC), in collaborazione con la Dr.ssa Greta Varchi, ISOF CNR, Bologna
  • 2019-21: Progetto di ricerca "Sviluppo e validazione di biomateriali medicati nanostrutturati per il trattamento e la rigenerazione del tessuto Osseo metastatico", Bando POR-FESR Emilia-Romagna 
  • 2018-21: Ricerca Finalizzata progetto GR-2016-02364704 "An in vitro and ex vivo model of biomimetic regenerative devices to treat bone metastases and soft tissue tumors". Ente Finanziatore Ministero della Salute. Coordinatore Dr.ssa Laura Mercatali, IRTS Meldola (FC), in collaborazione con il Dr. Michele Iafisco, CNR, Faenza (RA)
  • 2016-20: "Stem cells and innovative Nanoparticles as Anticancer Phototherapy System for High grade Osteosarcoma Treatment". Ente finanziatore AIRC. Coordinatore Dr.ssa Serena Duchi, ISOF CNR, Bologna
  • 2016-20: Ricerca Finalizzata progetto PE2013-02354871 "Mesenchymal Stem Cells and photoactivable Nanoparticles: a novel Anticancer Phototherapy System for High grade Osteosarcoma Treatment". Ente Finanziatore Ministero della Salute. Coordinatore Prof. Davide Maria Donati, IOR, in collaborazione con Dr.ssa Greta Varchi, ISOF CNR, Bologna, e il Prof. Mauro Ferrari, Houston Methodist Research Institute, Houston TX, USA.
 

Certificazione ISO 9001 - Immagine astratta

Certificazione: 
Dal 2008 ha ottenuto la certificazione di conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2000 e successivi adeguamenti (attualmente UNI EN ISO 9001:2015) e opera in accordo con i principi e le specifiche della stessa. 
 
TRO è disponibile a collaborazioni con tutti gli stakeholders del processo di ricerca includendo l'Università, l'industria e le associazioni di pazienti.

Staff

Contatti e ubicazione

Contatti

Segreteria della struttura
tel. 051-6366595
fax 051-6366799
e-mail brl@ior.it

Ubicazione

Centro di Ricerca Codivilla-Putti
via di Barbiano, 1/10
40136 Bologna
(scala B, 4° piano)

Malattie e trattamenti

malattia
Osteosarcoma

(scheda curata dal Gruppo oncologico IOR)

Leggi tutto
malattia
Sarcoma di Ewing

(scheda curata dal Gruppo oncologico IOR)

Leggi tutto
malattia
Sarcomi dei tessuti molli

(scheda curata dal Gruppo oncologico IOR)

Leggi tutto
malattia
Sarcomi ossei ultra-rari

(scheda curata dal Gruppo oncologico IOR)

Leggi tutto
malattia
Sarcomi ultra-rari dei tessuti molli

(scheda curata dal Gruppo oncologico IOR)

Leggi tutto

Brevetti

Brevetti del personale dell'unità operativa.

Brevetto
Osso Demineralizzato, suoi usi e procedimento per il suo ottenimento
Un nuovo metodo per produrre Matrice Ossea Demineralizzata (DBM) da osso ovino, innesto utilizzato per indurre la rigenerazione ossea, con qualità potenzialmente superiori a quelle oggi disponibili, sia perché la nuova procedura permette una rimozione praticamente integrale della componente minerale, sia perché i tempi di suddetta rimozione sono molto brevi, dunque poco dannosi nei confronti della componente biologicamente attiva dell’osso trattato. Inoltre si è dimostrato che l’adesione delle cellule mesenchimali staminali alle particelle di DBM dipende dalle dimensioni di quest’ultime e, sulla base di questo dato, è stata individuata la dimensione ottimale delle particelle e definita la tecnica più opportuna per isolarle sulla base della loro granulometria.
Leggi tutto